1720463750129La viceministra venezuelana per l'Europa, Coromoto Godoy Calderón, intervenendo dal forum "Trascendenza strategica dello studio BRICS nell'attuale situazione geopolitica" di Caracas, ha affermato che il prossimo vertice dell'alleanza sarà eccezionale, in quanto segnerà una nuova tappa per il Paese, che ha molto da apportare a questo blocco, non solo per le sue risorse naturali, ma anche per la grandezza e la resilienza del suo popolo.

1720463750151Al prossimo vertice dei Paesi BRICS, che si terrà a Kazan dal 22 al 24 ottobre, il Venezuela sarà presente in qualità di Paese osservatore e candidato all'adesione, scommettendo con entusiasmo e lealtà su quel futuro promettente, così simile a quello previsto da Bolívar e per il quale (Hugo) Chávez ha combattuto".

"E lì, al vertice dei BRICS in Russia, ci sarà il Venezuela, con il suo presidente Nicolás Maduro, rieletto e legittimato a parlare a nome di tutti noi e a dire che vogliamo far parte di questo progetto e che siamo pronti", ha sottolineato.

 

In questo contesto, la diplomatica ha previsto il trionfo del capo di Stato nelle elezioni presidenziali del 28 luglio come una via per l'adesione del Venezuela ai BRICS, "per rafforzare la cooperazione strategica con la Russia, per continuare ad avanzare nel mondo multipolare e per portare una cooperazione globale al Paese (...), per liberarci dai vincoli del modello di rendita del petrolio".

Godoy ha concluso la sua presentazione, esprimendo la sua soddisfazione per il fatto che il forum abbia coinciso questo 4 luglio con l'inizio della campagna elettorale nel Paese, "perché parte della vittoria è garantire la strada verso i BRICS".1720463750140

 

Articoli

Link

banner ilmiositojoomla

 aacbanner

 

  

es

 DPI

 

 

 astra