militantsLe relazioni tra Israele e il Fronte el Nusra, la filiale siriana di Al Qaida, stanno migliorando giorno dopo giorno.

Le due entità si trovano faccia a faccia nei due lati del Golan occupato. Il risultato è la calma assoluta in questo settore.
Tutto è cominciato quando gli israeliani aprirono i loro ospedali ai miliziani del gruppo terrorista feriti nei combattimenti contro l'Esercito siriano. Poi è continuato con la consegna di aiuti israeliani a questo gruppo e il bombardamento israeliano di posizioni militari siriane, per aiutare il Fronte el Nusra a rafforzare le sue posizioni in questa regione di frontiera.

Da quel momento, i rapporti hanno continuato a rafforzarsi e i mezzi di stampa israeliani ne parlano apertamente: il giornale The Times of Israel segnala che il Fronte el Nusra ha ricevuto l'incarico dall'entità sionista di controllare l'identità dei feriti siriani prima che vengano trasferiti negli ospedali israeliani.

In cambio di questo aiuto il Fronte el Nusra deve combattere contro l'Esercito siriano e Hezballah, spiega il giornale israeliano

Ciononostante, le stime dei servizi di intelligenza israeliani mostrano il timore di un rovesciamento della situazione militare nella regione dl Golan e temono il ritorno delle forze governative siriane nella regione.
E' per questa ragione che l'esercito israeliano ha elaborato piani per combattere i militari siriani alla frontiera, segnala il Canale 2 della televisione israeliana.

Fonte: Agenzie internazionali

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli

Link

banner ilmiositojoomla

 aacbanner