oygh1Roma, 15 marzo 2015

In occasione della giornata di mobilitazione internazionale in solidarietà con il Venezuela, a Roma, in piazza di Spagna, si è riunito un gruppo di esponenti dei movimenti di solidarietà con la Repubblica Bolivariana.

I manifestanti hanno dato vita alla versione italiana del Flash Mob virale (#ObamaYankeeGoHome) in segno di protesta contro le recenti dichiarazioni del Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, secondo cui “il Venezuela rappresenta una minaccia straordinaria ed insolita per la sicurezza nazionale” ed in base alla quale è stato decretato lo “Stato di Emergenza Nazionale” degli U.S.A., che concede poteri straordinari all’amministrazione yankee anche in “tempo di pace”.

Non è certo una novità il tentativo di ingerenza nella politica di paesi “non allineati” alla politica di Washington (e ricchi di risorse naturali), ma il livello di pressione subita dal popolo di Bolivar e di Chavez ha raggiunto livelli inaccettabili per tutti coloro che credono nella pace, nella giustizia, nella sovranità dei popoli e nel rispetto tra le nazioni.

Per questo oltre alle formali prese di posizione di molti governi contro l’iniziativa del governo U.S.A., si sono aggiunte le ingenti manifestazioni di protesta dei popoli e delle organizzazioni di solidarietà internazionale in tutto il mondo… persino in Italia!

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli

Link

banner ilmiositojoomla

 aacbanner